gino rossi
distanziatorea HOME distanziatores DOVE DORMIRE A TREVISO distanziatored RISTORANTI distanziatoref NEWSLETTER distanziatoreg PIANTA DELLA CITTÀ distanziatoreh IMMAGINI DI TREVISO distanziatorej E . V. distanziatorek english version distanziatorel
 
COME ARRIVARE
distanziatored
MUSEI DI TREVISO
distanziatoref
EDIFICI STORICI
distanziatoreg
MURA E PORTE
distanziatoreh
STORIA DI TREVISO
distanziatorej
CHIESE
distanziatorej
UNIVERSITÀ
distanziatorek
EVENTI A TREVISO
distanziatorel
HOTELS, ALBERGHI
distanziatoreq
ENOTECHE
distanziatorew

distanziatoree  

GINO ROSSI: PITTORE VENETO A TREVISO

 

Gino Rossi nasce nel 1884 a Venezia, cinque anni prima di Arturo Martini con il quale consoliderà un importante sodalizio artistico durato tutta la vita. Il Museo Santa Caterina a Treviso ha allestito un percoso artistico dedicato che raccoglie alcune tra le opere più significative di Gino Rossi.
L'importanza delle opere di Gino Rossi è testimoniata dall'esposizione di una parte di esse alla mostra Venezia 900 a Treviso presso Ca dei Carraresi a Treviso, aperta fino all'8 Aprile 2007.

La cultura di Gino Rossi è essenzialmente autodidatta; a differenza di altri artisti veneti non frequenta alcuna Accademia d’Arte, ma è assiduo frequentatore dei più importanti musei italiani e francesi.
Forma, quindi, il suo bagaglio artistico in maniera assolutamente istintiva ed autonoma, dal quale per tutta la sua vita di artista rimarrà fortemente legato nel bene e nel male.

  opera gino rossi museo santa caterina treviso
 
 
Dal confronto con le opere dei maggiori pittori moderni nascerà quel conflitto tra qualità insuperabile e bisogno di rinnovamento del linguaggio artistico che sarà il liet motif di tutta la sua produzione.
 
Avversario delle istituzioni, Gino Rossi si pone contro la Biennale di Venezia e fonda la Scuola di Burano con altri artisti veneti, quali: Semeghini, Martini, Malossi e Fabiano. Risale a quegli anni una serie importante di olii: Ritratto di Signora in nero, l’Uomo del canarino, Il muto e la Fanciulla del Fiore, attualmente in mostra al Museo di Santa Caterina di Treviso.
 
Saranno ancora le frequentazioni al Salone della Società delle Nazioni nel 1907, alla Biennale di Venezia che gli faranno scoprire Gauguin, Matisse, Vlaminck, Cèzanne e quindi il disegno forte, i contorni fermi, le tavolozze cariche e la vivacità della pennellata. Ancor a Parigi dal 1909 conoscerà Van Gogh e approfondirà la sua conoscenza di Cèzanne e Gauguin. Di quanto Gino Rossi sia debitore di queste scoperte si ha riscontro in alcune opere eseguite tra il 1910 ed il 1912: La casa nell’orto (Roma); Grande descrizione asolana, 1912.
 
L’Osteria alla Colonna, in centro storico a Treviso, diventerà un luogo di incontri e confronti tra Gino Rossi e vari artisti veneti, quali Arturo Martini, Guido Cacciapuoti, Arturo Malossi, Ascanio Pavan che intorno al 1910 solevano lì riunirsi.
 
Nel 1915 Gino Rossi si trasferisce sul Montello, in provincia di Treviso.
La guerra del 1915 - 1918 lo trova soldato, poi prigioniero, esausto e smarrito nella sua casa distrutta dalle bombe sul Montello.
La ricerca pittorica di Gino Rossi percorre, come in altri suoi contemporanei, la via del confronto tra la pittura storica, classica e quella dei grandi contemporanei. Occorre recuperare i grandi valori (atmosfera, prospettiva, colore e precisione), ma dipingere così ora non è più possibile, dopo la lezione rinnovatrice di Picasso, Cèzanne e Van Gogh.
 
Questi problemi tormentano Gino Rossi in maniera sempre più drammatica man mano che cresce la convinzione che non si possono ragionevolmente risolvere. Si maturerà negli anni quel dramma esistenziale che lo porterà sempre più lontano sia dalla produzione che, di conseguenza, dal mondo ufficiale della critica.
Gino Rossi morirà pressoché dimenticato nel 1947, lo stesso anno della morte di Arturo Martini.
 
MOSTRE SU GINO ROSSI ED ARTURO MARTINI A TREVISO
     
Mostra: Gino Rossi, Arturo Martini. Quando l’arte si tace.
    Data inizio: 27 Novembre 2005 - Data Fine: 19 Marzo 2006
    Descrizione:   Mostra riguardante disegni e manoscritti inediti di Arturo Martini e Gino Rossi
    Dove:   presso Palazzo Bomben, Via Cornarotta, 9 - Treviso. Tel. 0422 5121
    Orario:   - dal Martedì alla Domenica: dalle ore 10:00 alle ore 20:00.
- Chiuso il lunedì.
        Come arrivare: Coordinate: B - 3
         
Mostra di pittura di Gino Rossi (1884 - 1947)
    Data inizio:   19 Novembre 2005 - Data fine: 17 Aprile 2006
    Descrizione:   Mostra di quadri del pittore veneto Gino Rossi tra cui la FANCIULLA DEL FIORE.
    Dove:   presso Museo Santa Caterina - Piazzetta Mario Botter, Treviso. - Tel. 0422 544864
    Orario di apertura:   Dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:00. Chiuso tutti i lunedì.
    Biglietti:   3 €.
        Come arrivare: Coordinate C - 5