museo santa caterina a treviso
distanziatorea HOME distanziatores DOVE DORMIRE A TREVISO distanziatored RISTORANTI distanziatoref NEWSLETTER distanziatoreg PIANTA DELLA CITTÀ distanziatoreh IMMAGINI DI TREVISO distanziatorej E . V. distanziatorek english version distanziatorel
 
COME ARRIVARE
distanziatores
MUSEI DI TREVISO
distanziatored
EDIFICI STORICI
distanziatoref
MURA E PORTE
distanziatoreg
STORIA DI TREVISO
distanziatoreh
CHIESE
distanziatorej
UNIVERSITÀ
distanziatorek
EVENTI A TREVISO
distanziatorel
PESCHERIA
distanziatoreq
HOTELS, ALBERGHI
distanziatorew
ENOTECHE
distanziatoree
distanziatorei
IMMAGINI
distanziatorei
idistanziatore
xdistanziatore
CONTATTI
cdistanziatore
vdistanziatore
edistanziatore
DISCLAIMER
rdistanziatore
sdistanziatore
 
 
ndistanziatore

Mostra La rivoluzione silenziosa dell’arte in Veneto: 1940-1970 da Music a Deluigi e Tancredi

Da sabato 9 ottobre 2021 sarà visitabile la mostra La rivoluzione silenziosa dell’arte in veneto: 1940-1970 da Music a Deluigi e Tancredi a Crocetta del Montello presso Villa Ancillotto.

La mostra vuole essere un momento di celebrazione dei maggiori esponenti della pittura italiana della seconda metà del XX secolo ed in particolare di Vinicio Vianello, poliedrico designer ed artista veneziano, Saverio Rampin, pittore che si distinse per la forte matrice espressiva, Gino Morandis, uno degli esponenti del movimento spazialista, Riccardo Licata che fu mosaicista oltre che pittore, Virgilio Guidi pittore, saggista e poeta, Bruna Gasparini anch’essa esponente dello Spazialismo, Luciano Gaspari incisore del vetro oltre che pittore, Edmondo Bacci pittore sostenuto, tra gli altri, da Peggy Guggenheim oltre a Bruno Saetti, incisore e pittore di origini emiliane, Armando Pizzinato, che collaborò con Emilio Vedova ed Arturo Martini.

La mostra si inserisce in un ciclo di eventi culturali promossi dall’Amministrazione Comunale di Crocetta del Montello negli anni 2020, 2021 e 2022 finalizzati a documentare l’evoluzione della pittura veneta ed italiana del ‘900 con un ciclo di eventi ad hoc.

 mostra La rivoluzione silenziosa dell’arte in veneto: 1940-1970 da music a deluigi e tancredi a crocetta del montello
   

Alla realizzazione della mostra “La rivoluzione silenziosa dell’arte in Veneto. 1940-1970: da Music a Deluigi e Tancredi” hanno contribuito Cesare Orler, il critico d’arte Stefano Cecchetto, Giovanni Granzotto, Antonella Alban e ArtDolomites, associazione che organizza ed allestisce mostre d’arte in provincia di Belluno in particolare ed in Veneto.

L’evento espositivo a Crocetta del Montello trova la sua ambientazione nell’arco temporale che inizia soprattutto alla fine della Seconda Guerra Mondiale dove da una parte si collocano le opere d’arte più tradizionaliste che trovano un epicentro nell’Accademia di Venezia dall’arte si definisce un fronte artistico più progressista che gravita introno alla Biennale, l’Esposizione Internazionale d’Arte.

Questa mostra si focalizza proprio sulla fine degli anni ’40 contraddistinti da una rinascita dell’arte non solo nel Triveneto, ma anche nell’intero territorio nazionale.

quadro di tancredi parmeggiani anno 1955 tecnica mista su carta
     

È il periodo di grandi successi di pittori e scultori del calibro di Alberto Viani, Giuseppe Santomaso ed Emilio Vedova legati a movimenti culturali come il Fronte Nuovo delle Arti o Nuova Secessione a cui si aggiungo altri movimenti di avanguardia come l’Arte Cinetica e Programmata ed il Gruppo N a Padova al quale facevano riferimento artisti come Manfredo Massironi, architetto ed artista italiano, Edoardo Landi che oltre ad essere artista ed architetto fu anche promotore del movimento internazionale Nuova Tendenza, Toni Costa che oltre ad essere artista si definì “disegnatore sperimentale”, Ennio Ludovico Chiggio che ebbe un importante ruolo nella storia dell'Arte Programmata e Cinetica ed Alberto Biasi.

Tra le opere esposte anche quelle di Ennio Finzi, considerato uno dei massimi esponenti dell’Espressionismo Astratto ed Alberto Gianquinto, pittore legato al “realismo esistenziale”.

  quadro di Emilio Vedova ciclo 62-63 b5 anno 1953 olio su tela
     

La mostra La rivoluzione silenziosa dell’arte in veneto: 1940-1970 da Music a Deluigi e Tancredi è il secondo evento artistico della rassegna a Crocetta del Montello. Nei mesi successivi seguirà la mostra “1970-2000: da Biasi a Vedova e Santomaso” con un percorso espositivo ambientato nell’ultimo trentennio del XX secolo dove i maggiori artisti sono Riccardo Licata, Gino Morandis, Giuseppe Santomaso, Alberto Biasi ed Emilio Vedova.

   
     
     
     

INFORMAZIONI SULLA MOSTRA LA RIVOLUZIONE SILENZIOSA DELL’ARTE IN VENETO: 1940-1970

La mostra La rivoluzione silenziosa dell’arte in veneto: 1940-1970 sarà aperta al pubblico dal 9 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022 presso la sede espositiva di Villa Ancilotto a Crocetta del Montello (TV) in Via Erizzo, n° 133 con i seguenti orari:

- Giovedì e Venerdì: dalle 14:30 alle 19:00;

- Sabato, Domenica e festivi: dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14.30 alle 19:00.

Biglietti:

- Intero € 8,00

- Ridotti € 6,00

- Gratuito: under 14, disabili non autosufficienti con accompagnatore.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 3290706878
Per ottemperare alle disposizioni legate al Covid19 è consigliata la prenotazione.

  informazioni sulla mostra la rivoluzione silenziosa villa ancilotto a crocetta del montello